Alberto Nicoletto

Alberto Nicoletto

Nasce a Mazzurega di Fumane il 3 marzo 1929 e scende a Verona per gli studi che termina all'Istituto tecnico "A.M.Lorgna". Dopo la scuola lavora nel campo delle cartiere.
Negli anni 1945-1946, assieme ad alcuni amici della parrocchia dei SS.Apostoli in Verona, venne attratto dai canti che, durante le prime gite in montagna, venivano eseguiti dai compagni più anziani, a piena voce, in forme per lo più monodiche, non sempre intonate.
Convinto che quei canti potessero essere eseguiti in modi più appropriati, dopo svariati tentativi assieme ad amici in grado di strimpellare chitarre e maneggiare fisarmoniche, decise di rivolgersi a Mario Biondani, parrocchiano pure lui dei SS.Apostoli, maestro di scuola e direttore della locale Schola Cantorum.
Dopo ricerche finalizzate al reperimento di partiture musicali per voci pari maschili, e di altri amici in grado di completare le quattro sezioni vocali, nel novembre del 1946 diede l'avvio a quello che in seguito prese il nome di Coro Scaligero dell'Alpe.
Scrittore autodidatta e poeta per diletto, ne sarà il presentatore ufficiale, oltre che il presidente, per moltissimi anni.
Fautore dell' ingresso dello Scaligero nella sezione CAI di Verona (1990) ne diverrà anche segretario.
Nel 2004 si mette "in panchina" continuando tuttavia a partecipare alla vita del coro nel ruolo di Presidente Onorario nonché responsabile dei rapporti con la sezione veronese del C.A.I. del quale il Coro è gruppo sociale.